Pillole d'Arte

    
Autori   |   Opere   |   Documenti   |   Bibliografia   |   Contatti   |   Esci

 

Giuseppe Palizzi




Lanciano, 19/03/1812 - Parigi, 14/01/1888

Fratello di Filippo. Studi˛ con successo all'Accademia di Napoli, ed emerse ben presto come paesista ed animalista. Dopo il 1840 si rec˛ a Parigi, nel 1845 esordý a quel Salone, e vi fu premiato. Appartenne alla cosiddetta scuola di Fontainebleau, in quanto lavor˛ preferibilmente in quelle campagne e per quei boschi. Da Parigi, dove era grandemente onorato, pi¨ non si mosse.

Di lui si ricordano: Foreste di Fontainebleau; Una prateria; Sul mio terrazzo, Pastore sotto la bufera; esposto a Roma; Capre abruzzesi, nel Museo di Montpellier; Montoni, che trovasi nel Museo di Compiegne; Ritorno dalla fiera, nel Museo di Langres; Bufali nella campagna di Poestum, nel Museo di BÚziers; Vitelli nella vallata della Tonques; Convegno di lepri; Una scena del Diluvio, nella Galleria di Capodimonte a Napoli. Nella sala Palizzi dell'Istituto di Belle Arti di Napoli esistono di lui trenta dipinti. Fu distinto acquafortista: Pastore; Trecontadini sull'asino; ecc.

(A.M. Comanducci)