Pillole d'Arte

    
Autori   |   Opere   |   Documenti   |   Bibliografia   |   Contatti   |   Esci

 
(Fonte : Angelo De Gubernatis - Dizionario degli artisti italiani viventi  - 1889)

Antonio Piccinni


 

Pittore meridionale, nato a Trani residente a Roma. Una specialitÓ del Piccinni sono gli acquarelli e i disegni a fumo nei quali Ŕ valentissimo. Egli Ŕ pure incisore valente e i lavori da lui esposti in varie Mostre, in ognuno di questi generi d' arte, valsero a procurargli fama e commissioni. A Napoli, nel 1877, era molto ammirata una bella incisione all'acqua forte rappresentante: La rivoluzione di Masaniello; A Torino, nel 1888, aveva i Ritratti di Vittorio Emanuele e del Re Umberto, eseguiti maestrevolmente a disegno a fumo, ed un altro lavoro pregevole dal titolo: I centesimi dell'avaro. A Roma, nel 1883, espose: A predica; a Venezia, nel 1887, un buon acquerello rappresentante: Un fiammiferaio; a Bologna, nel 1888, aveva pure altri due acquarelli uno dal titolo: Il birichino, l'altro raffigurante Una giovanetta, che venne acquistato dall'ingegnere Filippo Buriani di Bologna.



Angelo De Gubernatis