Pillole d'Arte

 
 
Home  |  Chiudi  

 
(Fonte : Fiorentina Primaverile - 1922)

Giovanni Zannacchini


Anche questo è un autodidatta ed un innamorato dell'arte. Dedicatosi quasi completamente al disegno (è raro che egli abbandoni l'incisione per la pittura) è riuscito, attraverso una carriera che non ha conosciuto soste, a farsi rapidamente un nome fra i cultori più esperti e più appassionati dell'aristocratico «bianco e nero».

Le sue xilografle - come del resto le litografie e le acqueforti - rivelano, nel tratto singolarmente espressivo, un fervido ingegno e appaiono come la sicura manifestazione di un temperamento di primissimo ordine che non ha dato però, ancora l'esatta misura del suo valore. Attualmente, Zannacchini lavora attorno ad una serie di interessanti acqueforti che illustrano Livorno vecchia. Appartiene al «gruppo labronico».

Guido Vivarelli

 
Opere esposte :
    .
(Acqueforti)
1. Via Buontalenti
2. Scali del Pesce
3. San Giovanni Nepomoceno
4. Interno
5. Il leccio al Savolano

(Litografie)
6. Il Mandraccio
7. Al Caffè

(Xilografie)
8. Serenità
9. Bagnanti
10. Lungo mare