Artisti contemporanei: Lorenzo Delleani   (Pagine 18 )      Fonte : Emporium - n° 42 Giugno 1898

{\rtf1\ansi\ansicpg1252\deff0\deflang1040{\fonttbl{\f0\fnil\fcharset0 Arial;}} \viewkind4\uc1\pard\fs24 Non \'e8 una promessa questo nome; \'e8 un'affermazione, \'e8 un nome che il nostro paese sente ripetere con orgoglio, perch\'e8 \'e8 una gloria nostra. \par Lacch\'e8 Lorenzo Delleani, uscito dall' Accademia Albertina di "forino, cominci\'f2 ad estrinsecare tutte le idee pittoriche ''che ribollivano \par nella sua fantasia, la sua personalit\'e0 venne subito distinta tra la folla dei giovani. \par Gli arrideva allora un ideale d'arte, che rivela quanta esuberanza di movimento, quanta ricchezza di tavolozza, quanta forza si concen- \par trassero in lui, nella sua mente poderosa e creatrice. \par Lo sedusse il Veronese: Paolo Caliari con le sue composizioni grandiose, con l'opulenza delle sue donne, con lo splendore de' suoi costumi, i broccati \par intessuti d'oro, le gemme, l' arditezza magistrale degli aggruppamenti delle folle, sotto il cielo orientale di Venezia, fu il suo primo maestro. \par Riprodusse \emdash dietro la scorta de'suoi studi storici \emdash le feste solenni della Serenissima, interpret\'f2 lo spirito fastoso dei tempi, quando sulle antenne di \par S. Marco sventolavano all'aria i pennoni trionfali e lo storico leone alato drizzava maestosamente la fulva criniera, scuotendo col suo ruggito i \par suoi sudditi e spingendoli ad imprese audaci. \par Delleani s'innamor\'f2 di Venezia, della potenzialit\'e0 del Veronese, se ne impregn\'f2 e trasfuse ne' suoi quadri gli abbaglianti colori, i riflessi \par luminosi, il cielo di cobalto, quel trionfo di bellezza artistica che rifulge nelle trine marmoree della citt\'e0 del sogno. \par Non so chi lo disse, non lo rammento, ma qualcuno asser\'ec che col\'e0 tutto ha vita e inovimento, anche le pietre e i monumenti secolari \par hanno un' eterna giovinezza, per cui davanti ad essi non si prova n\'e8 il raccoglimento, ne l' impressione che destano i simboli \par glla storia e le memorie del passato. Il nostro artista infatti ne'suoi quadri inette sopra la nota agile, snella, mossa, gloriosa Egli i! \par mannequin non lo conosce, non capisce la compassatezza dei ricercatori del passato, che s' irrigidisce nei ricordi. \par Nella sua mente ferve solo la vita. Si muovono i cittadini avidi di luce, di feste e di glorie, incedono le matrone negli abiti su \par \par }