Daniele De Strobel


Parma, 30/03/1873 - Camogli (Ge), 08/06/1942

Frequentò l'Istituto parmense di Belle Arti, discepolo di Cecrope Barilli, e la scuola libera del nudo a Roma. Espose il suo primo dipinto alla Mostra Nazionale di Roma nel 1893 e da allora ha partecipato di frequente alle principali mostre italiane e straniere, guadagnando vari premi con opere di pittura e di scultura, prediligendo come soggetto il cavallo. Nel 1906 vinse il premio Fumagalli all'Esposizione dell'Accademia di Brera a Milano, col quadro Faida di Comune; una medaglia del Ministero della Pubblica Istruzione alla Mostra di Rimini; conseguì due premi perpetui del Municipio di Parma, e nel 1909 all'Esposizione di Roma gli fu assegnata una medaglia d'argento.

Espose a Milano dal 1897 al 1925, a Roma dal 1893 al 1913, a Venezia dal 1899 al 1905, a Londra nel 1904 e a Monaco di Baviera nel 1905. Sue principali opere: UItimi raggi, nella Pinacoteca di Parma; Guanto di sfida, nella Galleria d'arte Moderna di Roma; Vecchie cosette (disegno), acquistato dalla Galleria d'Arte Moderna di Milano; Ritratto di mia moglie che figurò alla Mostra del Ritratto femminile contemporaneo a Monza, nel 1924 Ad tanta nati sumus?; Cavallo morente e Testa di ciociaro, proprietà Donna Maria Rossi di S. Polo e Il cavallo del brumista. Per diversi anni fu insegnante di figura a Milano, all'Accademia di Brera.

(A. M. Comanducci)