Pillole d'Arte

 
 
Home  |  Chiudi  

 
(Fonte : Fiorentina Primaverile - 1922)

Flavio Bertelli


E' figlio di Giovanni Bertelli, il grande paesista a cui soltanto la morte ha reso giustizia. Anch'egli si è dedicato quasi esclusivamente al paesaggio, dove ha raggiunto una altezza solamente contrastata dalla sua incredibile modestia.

Nato nel 1865, studiò nella'Accademia di Belle Arti di Bologna. Ha esposto più volte a Torino, a Milano, a Bologna, a Roma, a Trieste...

In gioventù seguì il divisionismo, dipinse grandi quadri con una tecnica minuta e onesta da sbalordire; poi, dopo una crisi spirituale che lo arrestò per qualche anno, è passato recentemente ad una tecnica libera, ampia, generosa, priva di preconcetti, che mira a tradurre sulla tela le belle cose naturali con il minimo mezzo.

E' un sentimentale e un'ingenuo; cosi i suoi paesaggi sono ricchi di emozione, e sfoggiano un loro colore che cerca di interpretare con sincerità la poesia delle cose. «Prediligo il paese, perchè la mia mente spazia nell'infinito; rimango sbalordito davanti al mare, e guardo sbalordito le stelle: che ci sarà al di là ?».

Giuseppe Lipparini.


 
Opere esposte :
    .
Dipinti a olio.

1. Primavera.
2. In Carpegna.
3. Fiorellino dei campi.